TeamViewer 13 aumenta versatilità ed efficienza

Arriva la versione finale di TeamViewer 13. Tra le novità: estensione della dashboard del dispositivo, incremento prestazionale, registrazione forzata della sessione, gestione delle identità e degli accessi. A breve un nuovo client nativo Linux e il rilascio di TeamViewer IoT. 

TeamViewer, TeamViewer 13 aumenta versatilità ed efficienza
L'interfaccia unificata di TeamViewer 13

E’ disponibile la versione 13 di TeamViewer, soluzione software attiva su oltre 1,5 miliardi di dispositivi; la nuova release introduce miglioramenti e nuove funzionalità che puntano a rendere la piattaforma più versatile, veloce ed efficiente.

TeamViewer si è affermato come strumento di supporto remoto, ma questa connotazione sta sempre più stretta all’omonima azienda, che prosegue nel processo di incremento delle funzionalità con l’obiettivo di realizzare una piattaforma di comunicazione e collaborazione completa.

TeamViewer 13 è disponibile in tre versioni. La versione Business, adatta per singolo utente, permette l’utilizzo su tre macchine verso illimitate macchine remote. L’edizione Premium è adatta a piccoli gruppi di utenti (fino a 50) che possono collaborare tra loro. La licenza Corporate prevede di default tre canali di connessione contemporanei (che possono crescere su richiesta) e un numero massimo di 200 account associabili.

Le nuove funzionalità

Molte le nuove funzionalità che caratterizzano la release 13.

Il riquadro Instant Connect presente nel nuovo client permette di stabilire una connessione remota in pochissimo tempo, indipendentemente dalla posizione sul client TeamViewer. La lista delle connessioni recenti aiuta a recuperare più rapidamente le ultime connessioni effettuate.

Un nuovo tool è Essential Asset Management, accessibile tramite la console di gestione Web di TeamViewer, che fornisce informazioni sui dispositivi associati come, per esempio, il nome del dispositivo, il sistema operativo e le specifiche hardware.

La dashboard è stata estesa introducendo nuove informazioni sul dispositivo quali la versione del Bios, lo stato di salute del disco, il livello della batteria o quello degli aggiornamenti. Presente anche un accesso diretto per aprire il registro eventi.

TeamViewer, TeamViewer 13 aumenta versatilità ed efficienza
La dashboard estesa di TeamViewer 13 fornisce informazioni sul dispositivo più dettagliate

Arriva l’Identity and Access Management

La tecnologia di accelerazione presente in TeamViewer 13 sfrutta la potenza di rendering della CPU e della GPU per consentire connessioni remote più veloci, tempi di reazione ridotti e un carico ridotto sulla CPU.

Introdotta anche una nuova funzionalità di gestione dell’identità e dell’accesso che permette il controllo centralizzato degli account TeamViewer all’interno dei gruppi di lavoro aziendali.

Questa funzione richiede un identity provider che supporti SAML 2.0. Dopo l’attivazione della funzione nella console di gestione su Web, gli amministratori sono in grado di attivare o disattivare un account TeamViewer tramite il provider di identità.

Tutto registrato senza potersi opporre

L’esigenza di molte aziende di documentare le attività durante una sessione remota ha portato TeamViewer a introdurre nella versione 13 della sua omonima soluzione la registrazione forzata della sessione (in modalità video).

La registrazione viene avviata nel momento dell’attivazione di una sessione di controllo remoto senza consentire all’utente di opporsi. La sessione sarà quindi salvata e potrà essere utilizzata per chiarire domande su ciò che è stato fatto sfruttando anche l’abbinamento con le nuove funzioni di gestione delle identità e degli accessi.

Supporto esteso e novità IoT

Con la release della versione 13, TeamViewer ha anche annunciato l’anteprima di un nuovo client nativo Linux, che sarà disponibile a breve e che supporta l’host Linux nativo di TeamViewer.

TeamViewer 13 migliora ed estende anche il supporto per dispositivi mobili con l’introduzione per la prima volta di funzionalità di condivisione dello schermo iOS 11.

Le nuove funzionalità si aggiungono a quelle rilasciate nel corso dell’anno. In particolare a Blizz, rilasciato ad aprile 2017, un tool per le presentazioni con possibilità di predisporre meeting fino a 800 persone. Si tratta di uno strumento di collaborazione, adatto anche a dispositivi mobili, che permette di trasferire file, disporre di una lavagna interattiva e trasmettere l’audio.

Entro la fine del’anno è previsto anche il rilascio di TeamViewer IoT un nuovo prodotto standalone con una Web dashboard, che coniuga funzioni di monitoraggio e di supporto per creare un sistema di controllo remoto con cui acquisire dati da un dispositivo e introdurli all’interno di un processo di controllo aziendale.

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci i tuoi commenti
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.