Black Friday: la spesa continua a crescere

I dati di traffico di ShopperTrak rilevati da Sensormatic Solutions mostrano per il Black Friday italiano una crescita pari al 5.3% nell’affluenza in-store in Italia su base annua

Sensormatic Solutions, brand del portfolio di Johnson Controls, ha rilasciato i dati relativi al Black Friday 2019 rilevando, rispetto all’anno precedente, un traffico dei consumatori in Italia in aumento del 5.3%, con un’affluenza complessiva su base annua pari al 2.8% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018. Si prevede che l’evento darà anche un impulso agli acquisti in vista del Natale e dell’Epifania.

Questo culminerà nell’ultima domenica di dicembre, la giornata prenatalizia di shopping offline più trafficata, nonché quarta giornata più trafficata dell’intero periodo festivo, per poi raggiungere il picco di affluenza massimo in occasione dell’Epifania, la giornata top nello shopping in-store in Italia, in base al report Le 5 giornate di maggior shopping previste in Italia  in corrispondenza delle festività 2019/20.

Il report pubblicato da Sensormatic Solutions, rileva le cinque giornate più trafficate in Italia durante il periodo di massima affluenza del 2019, sulla base di insight estrapolati da oltre 1,5 milioni di dispositivi di raccolta dati nel mondo retail e di 40 miliardi di visite degli acquirenti acquisite ogni anno da ShopperTrak.

Il report, dimostra la crescente importanza del Black Friday nel promuovere l’affluenza in-store e nel dare uno slancio agli acquisti natalizi, dal momento che i retailer stanno prolungando le loro strategie promozionali.

Conoscere il numero di acquirenti che entrano nei punti vendita, insieme ai tempi di permanenza, aiuta i retailer a prendere decisioni tempestive e a creare promozioni più efficaci durante le giornate di maggiore shopping.

Nicola Fagnoni, regional director Italia di ShopperTrak

“In passato il Black Friday era sinonimo di offerte concentrate in un’unica giornata, ma quest’anno alcuni retailer hanno lanciato le loro promozioni già a metà novembre – ha commentato ha commentato Nicola Fagnoni, regional director Italia di ShopperTrak -. L’impatto sul traffico in-store sarà evidente fino a dicembre quando l’affluenza inizia a salire, e in questo contesto il negozio rimarrà un elemento fondamentale per incrementare le vendite nella stagione di massima affluenza. I retailer più lungimiranti, che dispongono di insight sui dati di affluenza e possono sovrapporli ad altri KPI, incluso l’inventario, sono in grado di sfruttare queste informazioni per ottimizzare il servizio clienti in questo periodo cosiddetto ‘caldo’. Dare la priorità all’esperienza del consumatore nel punto vendita può aiutare i retailer a promuovere efficacemente le vendite e a fidelizzare i clienti al brand”.

Dall’analisi di affluenza, i retailer possono infatti aumentare il livello di assistenza in-store, adeguare la disposizione delle merci, gestire l’inventario e persino sensibilizzare sulla prevenzione delle perdite, per ottimizzare le opportunità di vendita offerte dai periodi di picco massimo.

Comprendere le “ore di punta” di un negozio può aiutare a identificare i momenti migliori per rifornire l’inventario, aggiornare le vetrine e gestire anche l’evasione degli ordini online.

Sappiamo che oggi sono gli acquirenti ad avere il controllo su come, quando e dove fare acquisti – ha concluso Fagnoni – ma i nostri dati mostrano che il Black Friday rimane un giorno importante per il retail tradizionale. Le nostre rilevazioni aiutano i retailer a rilanciare le proprie strategie commerciali nei periodi di maggiore affluenza, massimizzando al tempo stesso il rendimento”. 

Grazie all’utilizzo dei dati di affluenza per identificare i periodi meno trafficati negli store, gli addetti alle vendite possono svolgere tutte queste attività in maniera più tempestiva, avendo più tempo per concentrarsi sul cliente durante i periodi di maggiore affluenza.

LASCIA UNA RISPOSTA

Per favore inserisci i tuoi commenti
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.